I giorni dell'abbandono

Una presenza-fantasma, un linguaggio scenico ai confini del clown,  del mimo e della danza contemporanea.
Una principessa e il suo castello, di carta. La conquista effimera di un sogno di bambina da sempre aspirato.

Una danza surreale. Danza dei polsi, della pulsazione quindi pulsione. Danza delle mani, che diventeranno poi antenne, pinne, ali per volare, per sopravvivere al disequilibrio constante.
 
Una performance che esplora l'estasi dell'abbandono su di un filo che si muove. Alla ricerca di un equilibrio sempre fragile e furtivo.

Durata 8 minuti

 

 

 


Presentato nel 2018 al

-Festival du TMO, Palerme
-Festival delle arti del circo di di San jose,

Costa Rica
-Festival delle arti del circo di Granada, Nicaragua

-Festival Valdemone di Pollina, Sicilia.
 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now